X

Informativa

Questo sito, e gli strumenti di terze parti richiamati, utilizzano cookie indispensabili per il funzionamento tecnico del sito stesso e utili alle finalità illustrate nella Cookie Policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie nella modalità sopra indicata.

 
 
user Accesso utenti RECUPERA I TUOI DATI
 
 
 
Eventi
Seleziona regioni
RICERCA EVENTO
Aree tematiche
catalogo formazione
catalogo formazione
Bologna - Zanhotel Europa
Via Cesare Boldrini, 11, Bologna (visualizza la mappa) visualizza la mappa

09:00 - 13:00 14:00 - 18:00
-MATTINA

La residenza fiscale delle persone fisiche: lo stato dell’arte

  • Il ruolo della residenza nella disciplina delle imposte sui redditi
  • I presupposti di residenza: l’iscrizione all’anagrafe, il domicilio, la residenza. La prassi degli Uffici e la giurisprudenza. I principali casi di cronaca
  • Gli impatti sistematici delle indicazioni in tema di art. 24-bis del TUIR
  • Le convenzioni contro le doppie imposizioni: il rinvio alle legislazioni interne, le “tie-break rules”, lo “split-year”, le peculiarità
  • Il contrasto ai trasferimenti di residenza elusivi ed evasivi nel diritto interno e nei Trattati bilaterali
  • L’attività di controllo dei Comuni. Le prospettive di riforma del sistema anagrafico
I trasferimenti agevolati di residenza in Italia
  • L’art. 24-bis del TUIR dopo la circolare 17/2017
  • I benefici previsti per docenti e ricercatori
  • Le agevolazioni per i lavoratori impatriati
  • La disciplina dei contro-esodati: il sistema a scadenza
I compensi degli amministratori residenti in Italia di società estere. L’intreccio con il tema “esterovestizione”
  • Il tema della possibile esterovestizione della società estera: soggetto “active” o “passive”? 
  • La disciplina italiana e il disposto convenzionale: la tassazione in capo al percettore, l’art. 16 del modello OCSE contro le doppie imposizioni
I redditi di lavoro autonomo in ambito internazionale
  • La disciplina italiana per la persona fisica residente e per quella non residente nel nostro paese
  • L’art. 14 del modello OCSE contro le doppie imposizioni: la casistica e i rapporti con le altre previsioni, il concetto di “base fissa”, gli effetti della sua abrogazione
  • Le particolarità dei Trattati stipulati dall’Italia


POMERIGGIO

I redditi di lavoro dipendente prestato oltreconfine. Le pensioni

  • La tassazione sulla base delle retribuzioni ministeriali: i requisiti, i calcoli, le note operative
  • Il regime dei c.d. “transfrontalieri
  • Il reddito da lavoro nelle Convenzioni bilaterali: gli artt. 15 e 19 del modello OCSE
  • Il distacco di personale all’estero: le conseguenze per l’impresa italiana distaccante
  • I trattamenti pensionistici nei Trattati conformi al modello OCSE: l’art. 18
L’attività all’estero di artisti e sportivi
  • Il trattamento fiscale ai sensi dell’ordinamento italiano
  • L’art. 17 del modello OCSE contro le doppie imposizioni: la definizione di artista e sportivo, le principali fattispecie
  • L’inquadramento del corrispettivo ai fini del Trattato bilaterale: reddito d’impresa, canone, reddito di lavoro dipendente o reddito da prestazione “personale”?
  • Le particolarità dei Trattati stipulati dall’Italia
I criteri impositivi delle somme corrisposte a studenti e apprendisti
  • La disciplina fiscale in Italia delle somme riconosciute per fini di studio o addestramento professionale
  • L’applicazione dell’art. 20 dei Trattati conformi al modello OCSE: il principio di esenzione, le condizioni
Il credito d’imposta per la tassazione scontata all’estero: l’art. 165 del TUIR
  • La “ratio” del meccanismo interno 
  • Le imposte estere recuperabili: le indicazioni del legislatore e della prassi 
  • Le condizioni applicative: la lettura “a specchio” dell’art. 23 del TUIR, la dichiarazione di competenza, il requisito di “definitività” della tassazione estera
  • Lo sfasamento dei periodi d’imposta. La determinazione dei redditi esteri in valuta
  • La necessità di riparametrare il credito. Le eccedenze d’imposta
  • La compilazione pratica del quadro CE